Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza anche cookie di terze parti. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val D'Esino, Riviera

AZIENDE & RICETTE


Progetti PSR 2007 - 2013 
Vari progetti riferiti a differenti misure

Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l'Europa investe nelle zone rurali
Progetti vari riferiti a tematiche sulla MULTIFUNZIONALITA' ed avvicinamento ad EXPO 2015
I testi archiviati sono estratti da un'ampia produzione di materiale realizzato con vari progetti finanziati e prodotti con i fondi del PSR 2007 - 2013 e riferiti a ​differenti misure e sottomisure


Torta salata di zucchine

Ricetta proposta da:
AZIENDA AGRICOLA ANNA PAROLI
Via Varca, 2 23819 Primaluna (LC)

 

Ingredienti:

300 g di zucchine

250 g di ricotta

100 g di formaggio Grana o Parmigiano grattugiato

3 uova fresche

1 disco di pasta sfoglia

Sale e pepe (q.b.)

 

Preparazione

Far cuocere le zucchine in un tegame con poco olio. Mescolare in una ciotola la ricotta con il formaggio grattugiato, le uova e un pizzico di sale. Aggiungere poi le zucchine una volta che saranno raffreddate. Ungete una teglia, adagiatevi la pasta sfoglia e versate l’impasto precedentemente ottenuto. Cuocete in forno caldo a 170° per circa 25/30 minuti.

Consumare la torta dopo averla lasciata raffreddare.

 


Risotto ai mirtilli e funghi porcini: ricetta di Battista

Ricetta proposta da:
AZIENDA AGRITURISTICA BON PRA’
Via Per Boceno 23838 Vendrogno (LC)

 

Ingredienti

300gr Riso Carnaroli o Vialone nano

100gr Funghi porcini

100gr Mirtilli

100gr Grana grattugiato

2        Noci di burro

1        Pugnetto di prezzemolo

½       Bicchiere di vino bianco secco o rosè

2        Cucchiai panna da cucina

Brodo vegetale o di carni delicate come il coniglio secondo necessità

Preparazione

Saltare in una casseruola del burro con prezzemolo e dei funghi porcini, regolandoli con poco sale. Metterli da parte. Nella medesima casseruola stemperare i mirtilli facendoli appassire. Aggiungere il riso e lasciarlo tostare, bagnare con del vino bianco o rosato e, mescolando, lasciarlo evaporare completamente. Versare un mestolo di brodo bollente e portare a cottura al dente il riso aggiungendo altro brodo solo quando il precedente è stato completamente assorbito e mescolando frequentemente.  Aggiungere i funghi e la panna. Il risotto deve essere all’onda, i chicchi legati fra loro dalla panna.  Spegnere, aggiungere del formaggio grana. Servire.

 

Risotto della cascina

Ricetta proposta da:
AZIENDA AGRITURISTICA CASCINA TROTE BLU
Località Fregera,13 – Frazione Cortabbio 23819 Primaluna (LC)

 

Ingredienti per 4 persone:

gr. 250 di riso carnaroli

gr. 150 di taleggio valsassina stagionato senza crosta

4 fette tagliate spesse di speck del Trentino

1 pera williams del tirolo

1 bicchiere di vino bianco

gr. 60 burro

1 manciata di parmigiano

1 cucchiaino di prezzemolo tritato

Brodo di carne q.b.

Preparazione

Far tostare il riso insieme allo speck tagliato a julienne e sfumare con il vino bianco. Quando il vino sarà evaporato aggiungere il brodo rimestando e portare a cottura. Qualche minuto prima della fine cottura aggiungere il taleggio a tocchetti. Non smettere mai di rimestare perché il riso tenderà ad attaccare.

Raggiunta la cottura spegnere il fuoco e unire parmigiano, burro e pere tagliate a cubetti. Amalgamare gli ingredienti e aggiustare di sapore.

Servire ben caldo con una spruzzata di prezzemolo e lamelle di pere a decorazione.

 

Risotto di nonna margherita

Ricetta proposta da:
AZIENDA AGRICOLA SELVA DANIELE
Viale V.Emanuele, 26 23813 Cortenova (LC)

 

Ingredienti per 4 persone

320 gr riso biologico carnaroli

30 gr di burro az.agricola Selva Daniele

mezza cipolla del nostro orto

3040 pomodorini ciliegino del nostro orto

200 gr di taleggio az.agricola Selva Daniele

1 litro di brodo di verdure miste salato

un bicchiere di vino bianco

sale,pepe q.b.

un pizzico di zucchero

mezzo dado

 

Preparazione

In una padella  sciogliere il burro, affettare finemente la cipolla e rosolare dolcemente.

Appena appassisce, aggiungere il riso, farlo tostare bene, aggiungere sale e pepe e continuare a girare e tostare.

Sfumare col il vino bianco, girare bene e lasciare evaporare. Poi inizio ad aggiungere il brodo vegetale un

mestolo alla volta man mano che il riso lo assorbe e asciuga. Dopo aver lavato i pomodorini,  metterli nel bicchiere del mixer assieme a un pizzico di sale, pepe, zucchero e un pochino di brodo. Frullare il tutto fino ad ottenere una crema omogenea. Versare la crema ottenuta nella padella con il riso e continuare sempre a girare.

Ormai siamo a meta’cottura quindi aggiungere anche il taleggio pulito e tagliato a pezzetti. Mescolare fino a farlo fondere

per bene. Se necessario aggiungere altro brodo fino ad ultimare la cottura. Quando e’ al dente e di consistenza

cremosa, spegnere il fornello e lasciarlo  riposare un paio di minuti. Servire nei piatti guarnendo con un pomodorino tagliato a metà, un pezzetto di taleggio e una leggerissima spolverata di pepe.

…BUON APPETITO…


Risotto alle ortiche

Ricetta proposta da:
AZIENDA AGRITURISTICA BIOLOGICA LA POSSA
Via al Piso, Frazione Concenedo 23816 Barzio (LC)
tel. 3484909834
e-mail: agriturismo.lapossa@tiscali.i

 

… è un fantastico primo della cucina tradizionale che si può preparare tutto l’anno, dato che l’ortica è una pianta sempre reperibile.

 

Ingredienti:

350 gr.di riso

300 gr. di ortiche tenere

2 porri ½ bicchiere di vino bianco

Brodo vegetale q.b.

Parmigiano q.b. Olio extravergine d’oliva del Lario q.b.

Sale e pepe q.b.

 

Preparazione

Mondate le cime di ortica, lavatele e asciugatele.

Tritate finemente la parte bianca dei porri e fatela appassire in un tegame con l’olio. Aggiungete le ortiche tritate, fate insaporire e unite il riso. Quando si sarà ben tostato, versate il vino e fate evaporare. Bagnate col brodo, incorporato gradualmente, salate e portate a cottura il riso.

Ritirate dal fuoco, mantecate col parmigiano e servite ben caldo con una generosa macinata di pepe.

Se volete gustare questo tipico piatto della cucina regionale già pronto, e tante altre specialità, vi aspettiamo all’agriturismo LA POSSA!

 

Gli «scapinasc»

Siamo a Crandola, dove viene tramandata la seguente «ricetta della nonna»:

 

Si impasta un chilo di farina con quattro uova e 300 grammi di acqua, la si lascia riposare per una decina di minuti, quindi si stende una sfoglia larga.

A parte si prepara un ripieno che, con dosaggi a piacere in base al gusto personale, comprende formaggio d’alpe stagionato e ormai buono solo per la grattugia, frutta essiccata (una delle modalità da sempre impiegate per la conservazione di pere, mele, fichi e prugne che, perdendo almeno il 90% dell’acqua, hanno un accentuato contenuto di zuccheri, preziosa riserva invernale della società tradizionale) e sminuzzata, latte e pane raffermo grattugiato. Era proprio l’impiego della frutta secca ad arricchire e ammorbidire sia il ripieno altrimenti povero di zuccheri, sia la pasta ottenuta con farine di mistura non propriamente soffici.

Con la pasta e il ripieno si preparava, e si prepara, un raviolo di grosse dimensioni, lo si cuoce per cinque minuti in abbondante acqua salata e si serve con burro versato accompagnato da uno spicchio d’aglio.

Così la tradizione, con il risultato di un raviolone dal sapore dolciastro, merito della frutta essiccata, da preparare una volta all’anno in occasione della festa patronale.


Vellutata prelibata di cavolfiore

Ricetta proposta da:
AZIENDA AGRITURISTICA CASCINA TROTE BLU
Località Fregera,13 – Frazione Cortabbio 23819 Primaluna (LC)

 

Ingredienti per 4 persone:

1 cavolfiore grosso pulito

2 patate medie

1 scalogno

2 cucchiai di olio

olio e.v.o., sale, pepe, noce moscata q.b.

brodo vegetale q.b

12 gamberi di fiume

12 fette di pancetta tesa

 

Preparazione

Mondare la verdura e tagliarla a pezzettini.

In un tegame far soffriggere lo scalogno con 2 cucchiai di olio, aggiungere le verdure e continuare la rosolatura per 4/5 minuti.

Aggiungere il brodo vegetale e portare a cottura, rimestando ogni tanto, per 40 minuti.

A fine cottura frullare per ottenere una crema, regolare di sale, pepe e noce moscata.

Nel frattempo pulire i gamberi lasciando testa e coda togliendo il resto del carapace e avvolgere sulle carni una fetta di pancetta.

Farli saltare per qualche minuto con poco olio.

Sistemare la crema in una fondina, aggiungere un giro di olio, appoggiare i gamberi e accompagnare con crostini di pane.

 

Fiori di zucchina in pastella

Ricetta proposta da:

AZIENDA AGRICOLA ANNA PAROLI

Via Varca, 2 23819 Primaluna (LC)

 

Dosi per 4 persone:

20 fiori di zucchina

Farina bianca tipo 00

Latte

Sale

Olio per friggere

Preparazione

Mescolare circa 200 g di farina bianca con tanto latte quanto basta per formare una pastella non troppo liquida. Togliere il pistillo dai fiori di zucchina, pulirli, passarli in pastella e friggerli in olio da frittura ben caldo. Disporre i fiori fritti su carta assorbente per togliere l’olio in eccesso e infine salarli e servirli in tavola ancora caldi. Vanno assolutamente salati alla fine per evitare che la pastella si stacchi dai fiori.


Capretto arrosto

Ricetta proposta da:
AZIENDA AGRITURISTICA DUE SOLI
Frazione Cortabbio – Via Cavallotto, 2 23819 Primaluna (LC)

 

L’azienda agrituristica Due Soli consiglia

Ingredienti

Capretto

Brodo vegetale

Vino bianco

Limone

Rosmarino

Aglio

Olio

Sale

Pepe

Preparazione

Lavare bene il capretto tagliato a pezzi ed asciugarlo. Versare in una padella l’olio e l’aglio e farli soffriggere. Unire quindi il capretto insieme al rosmarino tritato. Innaffiare con vino bianco e limone.

Coprire con il coperchio e portare a cottura mescolando di tanto in tanto per evitare che la carne si attacchi sul fondo della padella e per ottenere una cottura uniforme (bagnare con brodo vegetale). Regolare di sale e pepe e servire ben caldo.

 

Rol di coniglio

Ricetta proposta da:
AZIENDA AGRITURISTICA CASCINA TROTE BLU
Località Fregera,13 – Frazione Cortabbio 23819 Primaluna (LC)

 

Ingredienti:

1 coniglio disossato

3 cucchiai olio e.v.o.

1 bicchiere di vino bianco

per la farcia

100 gr, macinato di vitello

1 cucchiaio di brandy e 1 cucchiaio di panna

1 albume

40 gr. di parmigiano

20 gr, di frutta secco e 20 gr, di uvetta sultanina

 

Preparazione

Impastare gli ingredienti della farcia in un morbido composto e farne un cilindro da stendere al centro del coniglio.

Arrotolare il coniglio con delicatezza e legare ben stretto con spago da cucina.

Rosolare in teglia e bagnate con vino bianco.

Continuare la cottura in forno a 160° per circa 1ora.

A cottura completa far raffreddare l’arrosto e tagliare a fette sottili.

Servire freddo con insalatina di stagione e aceto balsamico.


Crespelle delicate Santa Marta

Ricetta proposta da:
AZIENDA AGRICOLA SELVA DANIELE
Viale V.Emanuele, 26 23813 Cortenova (LC)

-per 4 persone-

PER LE CRESPELLE: 2 uova

100 gr di farina 00

K2,5 dl di latte

un pizzico di sale fino

PER IL RIPIENO: 500 gr di ricotta

300 gr di taleggio

un bicchiere di latte

sale,pepe,noce moscata q.b.

200 gr di prosciutto cotto

PER LA BESCIAMELLA:25 gr di olio extra vergine d’oliva

25 gr di burro

50 gr di farina 00

600 ml di latte

 

Preparazione

Per le crespelle. Sbattere le uova con poco latte e sale, aggiungere la farina setacciata e mescolare con la frusta fino ad ottenere una pastella liscia e senza grumi. A questo punto unire il latte restante, mescolare ancora bene e lasciare riposare in frigorifero per mezz’ora. Trascorso il tempo necessario prima di utilizzare il composto dare un’ulteriore mescolata. Ungere una padella antiaderente con il burro e metterle sul fuoco. Una volta che e’ ben calda, versare un mestolino scarso del composto e ruotando velocemente la padella  distribuirlo in modo omogeneo sul fondo, formando uno strato sottile. Appena prende colore, aiutandomi con una paletta, giro la crespella staccandola dal fondo e  facendolo dorare anche dall’altra parte. Appoggio la crespella fatta su un foglio di carta assorbente e continuo nella preparazione delle altre fino ad esaurimento del composto.

Per il ripieno prendo una ciotola, mettere la ricotta, il taleggio tagliato a pezzetti, un pizzico di sale, di pepe, di noce moscata e stemperare il tutto con il latte fino a formare una crema consistente.  Prendere una pirofila da forno, imburrarla leggermente e ricoprire tutto il fondo con le fette di prosciutto cotto. Col composto preparato prima iniziare a farcire le crespelle una ad una. Al centro mettere un bel cucchiaio di crema,  spalmarlo su tutta la crespella e poi arrotolarlo su se stessa dandogli la forma di un sigaro. Man mano che si preparano  adagiarle nella pirofila una vicino all’atra.

Per la besciamella. In una padella scaldare il burro e l’olio. Appena e’ caldo aggiungere in un solo colpo la farina e girare immediatamente con una frusta per farla sciogliere e tostare. Dopo pochi secondi aggiungere il latte e continuare a girare ininterrottamente con la frusta finché non bolle. A questo punto abbassare il fuoco per non far fuoriuscire il tutto, aggiungere un pizzico di sale. Ricoprire tutte le crespelle con la besciamella e infornare a 180/200 gradi fino quando non risultano belle dorate in superficie (circa una ventina di minuti).  BUON APPETITO!!!


Dessert ricotta miele e noci

Ricetta proposta da:
AZIENDA AGRITURISTICA APICOLTURA CA’ MARTINO
Località Roncalmartino 23838 Vendrogno (LC)

 

Ingredienti per 4 persone:

250 gr. ricotta di pecora

1 cucchiaio zucchero a velo

50 gr. Miele -  Si possono utilizzare tutte le tipologie di miele, a seconda dei gusti

100 gr. gherigli di noci

 

Preparazione

In una ciotola lavorare con una forchetta la ricotta e lo zucchero fino ad ottenere una crema liscia. Trasferire il composto sul piatto da portata e con un cucchiaino versare a filo il miele su tutta la superficie. Decorare a piacere con le noci. Si può servire il dessert già in singole porzioni mettendo il composto in coppette o piattini.

 

Torta al miele

Ricetta proposta da:
AZIENDA AGRICOLA APICOLTURA  CIRESA
Via Vecchia Provinciale, 34 23819 Primaluna (LC)

 

Ingredienti :

250g farina

50g di burro

200g di miele millefiori o tiglio

4 cucchiai di latte

1  limone

1 uovo

1 busta di lievito

Preparazione

Mettere in una casseruola il latte e il burro. Scaldare a fuoco basso e mescolare con un  cucchiaio di legno. Quando il burro si sarà sciolto,aggiungere pian piano il miele e poi togliere dal fuoco e lasciare raffreddare. A questo punto amalgamare la farina con del succo di limone, della scorza grattugiata, l’uovo  e  il lievito e poi  impastate il tutto.

Ungete di burro uno stampo, versatevi l’impasto e cuocete nel forno già caldo a circa 160° per circa 25/30 minuti.

Avrete una dolcissima torta  con tanto fruttosio e poche calorie.

 



Data ultimo aggiornamento: 07-06-2017

Sito Uff. Parco Regionale Grigna Settentrionale
Piano di Zona Bellano
Sito Ufficiale del Distretto Culturale Valsassina
Paesaggio culturale alpino su Wikipedia
Rocce tra lago e cielo
Sito Uff. Manifestazioni Zootecniche Valsassinesi
FRANTOIO e OLIO DOP
ARCHIVIO